Accade ormai frequentemente che i cittadini si trovino a dover interagire con presunti venditori di contratti di luce e gas che, senza preavviso, si presentano alla loro porta. In alcuni casi, le informazioni fornite non si dimostrano trasparenti né veritiere e possono generare una serie di problematiche al cittadino che, impreparato ad affrontare la questione, potrebbe trovarsi a cambiare fornitore senza avere a disposizione tutti gli strumenti necessari a valutarne in dettaglio l’offerta.

Come procedere, dunque?

Semplicemente conoscendo in dettaglio le modalità di vendita a domicilio dei reali incaricati commerciali che, giorno dopo giorno, presidiano il territorio di Monza e Brianza proponendo ai cittadini offerte trasparenti e adeguate ai loro fabbisogni energetici.

Nel caso di Gelsia, gli operatori presenti sul territorio seguono le prescrizioni del Codice di Condotta Commerciale e sono tenuti a comunicare con i potenziali clienti con modalità ben definite, molto chiare. Come distinguerli dai venditori scorretti?

Ecco i consigli di Gelsia!

  • Tutti gli operatori commerciali di Gelsia sono in possesso di tesserino di riconoscimento con fotografia, logo Gelsia e numero verde. I cittadini possono chiedere di esaminare il tesserino, che riporterà in modo ben visibile tutte le informazioni necessarie a identificare l’operatore.
  • Il materiale informativo e contrattuale messo a disposizione dei nostri venditori riporta sempre, in modo chiaro e ben identificabile, il logo Gelsia e tutti i dati societari.
  • Nessuno dei nostri operatori commerciali richiede somme in denaro ai cittadini.
  • Il nostro numero verde 800.478.538, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 20.00 e al sabato dalle 9.00 alle 14.00, è sempre a disposizione dei cittadini che desiderino ricevere delucidazioni o maggiori informazioni relativamente alle generalità presenti sul tesserino di riconoscimento degli operatori.
  • Gli operatori commerciali Gelsia saranno a loro volta a completa disposizione dell’interlocutore per fornire tutte le informazioni utili ad assicurare la loro appartenenza al Gruppo.

In ogni caso, è sempre importante ricordare che nel caso in cui un cittadino si trovi ad aver firmato una proposta che non ritiene più conveniente per le proprie necessità, sarà possibile esercitare il diritto di ripensamento entro 14 giorni dalla firma del contratto. In questo modo, si procederà all’annullamento senza alcun onere economico.