I lavori di riqualificazione dell’area del ponte ciclopedonale al di sopra di via dello Stadio a Seregno sono arrivati al termine e ora la passerella ha cambiato volto. L’arte di strada del collettivo IntLV ha portato una scossa di nuove energie nella cittadina brianzola grazie al contributo di Gelsia, che ha chiamato a raccolta i cinque writers appositamente per questo progetto.

Bombolette spray alla mano, la crew di artisti composta da due brianzoli, un torinese, un varesino e un lodigiano ha cominciato a realizzare i suoi quadri a cielo aperto un paio di settimane fa, a partire dall’edificio dei servizi igienici sito in quell’area. Filo conduttore del progetto l’energia in ogni sua forma, dalle lampadine, alle prese elettriche fino al pezzo forte: il disegno dedicato a Nikola Tesla, il famoso fisico e ingegnere elettrico che ha stupito il mondo con le sue teorie e le sue invenzioni.

Lunedì 20 luglio, a progetto ultimato, i writers hanno incontrato sulla passerella il Presidente di Gelsia, Cristian Missaglia, il Direttore generale di Gelsia, Paolo Cipriano, insieme al Primo cittadino di Seregno, Alberto Rossi, e all’assessore Giuseppe Borgonovo per testimoniare il valore di questa iniziativa che ha visto la partecipazione di molti cittadini interessati a conoscere il progetto e il lavoro degli artisti.

Dichiara Cristian Missaglia, Presidente di Gelsia: “Voglio complimentarmi con i creativi di IntLV e ringraziare l’Amministrazione comunale che ci ha permesso di realizzare questo importante progetto. Questa è la nostra città e continuiamo a prenderci cura di essa così come di tutto il territorio brianzolo. In particolare, con questa azione abbiamo voluto portare energie positive in campo, cosa in cui i ragazzi del collettivo sono riusciti pienamente. Siamo molto legati al tema della riqualificazione urbana e dell’innovazione e con questa operazione, a beneficio di tutti i cittadini di Seregno, i writers sono stati in grado di sviluppare e concretizzare le loro idee in qualcosa di fisico e tangibile di cui la cittadinanza potrà godere ogni giorno. Speriamo che la passerella da adesso in poi non sia più vista unicamente come luogo di passaggio, ma anche come centro di aggregazione, ora che è intriso di colore e bellezza.”