Si festeggia oggi, 18 febbraio 2021, la Giornata Internazionale del Risparmio Energetico, un evento annuale considerato ormai tra i più importanti per il potenziale educativo e informativo che intrinsecamente porta con sé.

Se, da un lato, è infatti vero che cresce giorno dopo giorno la sensibilità ambientale da parte del pubblico, così come aumenta l’interesse verso stili di vita più sostenibili e verso la riduzione dell’impatto ambientale nelle scelte quotidiane, è altrettanto fondamentale tenere in calendario eventi e occasioni speciali in cui prendere coscienza e riflettere sia sulla situazione globale del pianeta sia sull’apporto individuale che ciascuno di noi può garantire per un mondo più verde.

L’edizione 2021 della Giornata Internazionale del Risparmio Energetico è la sedicesima: l’evento è stato infatti istituito nel 2005, contestualmente all’entrata in vigore del ben noto Protocollo di Kyoto, ossia del Trattato Internazionale che ha l’obiettivo di tutelare il pianeta rispetto ai danni generati dall’ormai gravoso problema dei cambiamenti climatici.

In Italia, proprio a seguito dell’istituzione della Giornata Internazionale del Risparmio Energetico, nasce M’Illumino di Meno, un evento con elevato valore simbolico ed effetto tangibile.

Particolarmente degno di nota, è l’impatto che questa iniziativa ha realmente generato, non soltanto in termini di effettivo risparmio energetico risultato della semplice (ma collettiva) azione di “spegnere la luce” per qualche minuto, ma anche in virtù delle iniziative ad essa legate e previste dal Piano per l’Educazione alla Sostenibilità, lanciato nel 2017 a sostegno dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile dell’ONU. Tutti ricordiamo, senza dubbio, edifici e monumenti celebri in tutto il mondo – come la Torre Eiffel di Parigi o la Ruota del Prater di Vienna – diventare bui per alcuni istanti assieme alle piazze italiane e ai palazzi simbolo del nostro Paese.

La Giornata Internazionale del Risparmio Energetico, dunque, è e dovrebbe essere considerata un importante appuntamento per tutti, cittadini e aziende: ciascuno può cogliere l’occasione per rivalutare stili di vita e processi produttivi al fine di diminuire i consumi e contribuire a un’ecosostenibilità reale e tangibile. Questa giornata nasce infatti con lo scopo di celebrare questa tipologia di modello, per sua natura orientata a una riduzione sistematica degli sprechi e, più ad ampio raggio, al rispetto dell’ambiente.

Così come nella vita di tutti i giorni ciascuno di noi può contribuire risparmiando, riciclando e riutilizzando, anche l’energia può essere soggetta a un approccio più sostenibile. Ferma restando l’importanza, in primis da parte dei fornitori di energia, di dare il buon esempio, anche il consumatore può ottimizzare i propri consumi di energia elettrica e riscaldamento favorendo sia un maggiore risparmio economico sia una più marcata tutela dell’ambiente.

Ecco tre consigli pratici per partire col piede giusto:

  1. Favorisci le lampadine a risparmio energetico rispetto alle “tradizionali” luci a incandescenza o, meglio ancora, le lampadine smart, che possono essere accese e spente anche da remoto.
  2. Ottimizza i tuoi acquisti scegliendo elettrodomestici di classe energetica elevata (almeno A, meglio ancora con qualche “+”), che abbattono i consumi.
  3. Opta per una caldaia a condensazione, che garantisce una sensibile riduzione degli sprechi e delle emissioni inquinanti rispetto alla caldaia tradizionale.

Sii anche tu un ambasciatore della sostenibilità: basta davvero poco!